Invictus: il mancato ritorno a Gran Torino

null

Strano questo Invictus. Strano l’approccio di Eastwood al tema, strano il suo sguardo, un po’ troppo secco, asciutto, essenziale. Strano perchè Clint, dopo il minuzioso lavoro svolto sul tema razziale in Gran Torino, quello che è già un capolavoro di genere, sembrava avere ancora tanto da dire, o almeno lo trasmetteva il fatto che avesse deciso di cimentarsi con il Sudafrica nel periodo della fine dell’apartheid. Invece Clint questa volta in parte delude. Non del tutto chiaramente, il film è comunque molto bello a vedersi e godibile nella trama, ma un po’ troppo staccato, confinato in un tema che era sviscerabile in molti modi, ma che alla fine rimane sullo sfondo, abbozzato, forse superato implicitamente, mentre il fuoco si sofferma su un unico (grande) evento, quello di un campionato mondiale di rugby in cui Nelson Madela vide la possibilità di unire in un unico tifo pro sudafrica, tutte le etnie di cui era (è) composto il suo popolo. L’argomento è interessante e poco conosciuto, ma vista l’occasione (Morgan Freeman nei panni di Mandela, il film uscito a ridosso dei mondiali di calcio in Sudafrica e quindi in un buon momento di attenzione mediatica verso il paese) la sceneggiatura poteva a mio parere prevedere più contenuto, poteva addentrarsi maggiormente nel cambiamento che Mandela ha rappresentato per la nazione africana. Potenzialmente c’era tanta carne al fuoco ma si è bruciata troppo presto. Nonostante una grade prova di Morgan e un ottima regia (comunque sempre una spanna sopra a molti registi anche esperti), invictus vince ma non convince fino in fondo. Forse ancora una volta è questione di aspettative (Mystic River, Gran Torino, Million Dollar Bay, Flags of our father, non si eguagliano tanto facilmente) ma uno sforzo in più che andasse oltre al quadro di ammirazione per la figura di Mandela, non era pi chiedere molto. Invictus comunque si merita un 7 per realizzazione, tema, attori. Ma non entrerà certo nella storia del cinema come il suo predecessore.

Trailer:

Psycho

Annunci

0 Responses to “Invictus: il mancato ritorno a Gran Torino”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Archivio

Disco dell’anno 2016

Chance The Rapper - Colouring Book

Libro del momento

George Clinton - La mia vita Funkedelika

George Clinton - La mia vita Funkedelika

Letture consigliate

Antonio Moresco - I canti del caos Antonio Moresco - Gli incendiato Antonio Moresco - Merda e luce Roberto Saviano - Gomorra Angela Davis - Aboliamo le prigioni? Malcom X - Autobiografia Jonathan Lethem - Brooklyn senza madre Amir Baraka - il popolo del blues Weissman - Il mondo senza di noi Philip Dick - Le 3 stimmate Philip Dick - La svastica sul sole Philip Dick - la penultima verità Aldous Huxley - Il mondo nuovo Corman McCarty - La Strada Wu-Ming - Grand River Wu-Ming - The new thing Wu-Ming - guerra agli umani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: